Lo zaino e i tempi che cambiano

Puntuale come il Natale o la Pasqua, eccomi rientrato dal Press day di Greenmedialab.
L’agenzia segue numerosi clienti che per gli appassionati di outdoor sono veri e propri punti di riferimento: Gopro, Ogio, Thule, CaseLogic, Patagonia, Rewoolution tanto per fare i primi nomi che mi vengono in mente.
Fra le numerose novità, ho trovato un prodotto che mi ha particolarmente interessato.
Mi piace pensare che i bagagli siano lo specchio dei tempi e delle persone.
Il nuovo zaino Ogio è lo specchio di come stia sorgendo una nuova generazione di creativi.
Utenti che usano cellulari ed action cam al posto delle Reflex ma come i fotografi “seri” hanno bisogno di prodotti specifici.

ogioactioncam

A differenza degli zaini porta Reflex, normalmente ingombranti, questo prodotto è pensato specificatamente per le action cam e per gli accessori. Aggiungerei anche che è perfetto per portare gli accessori che talvolta corredano il nostro smartphone. Per esempio lenti supplementari o treppiedi.

Questo modello, chiamato Access Pack può contenere un laptop da 15’’ e ha altre caratteristiche:

  • tasca posteriore ad accesso rapido
  • custodia rigida interna rimovibile
  • custodia brainbox per action cam con capienza fino a tre camere, o due e un telecomando con custodia subacquea
  • Tasca anteriore per cavalletto, caricabatterie e chesty,
  • organizer interno
  • scomparto per laptop fino a 15”
  • divisori per disposizione personalizzata
  • tasche in rete e scomparto per Ipad
  • prezzo al pubblico 199,95€

ogio_interno

Un prodotto interessante che mi convince per l’organizzazione e l’apertura a ventaglio. Mi convince meno l’esterno dello zaino.
Infatti il tessuto e il look mi sembrano un po’ da teen ager ma soprattutto le lampo hanno degli inserti color rosa fosforescente che rendono lo zaino più cheap di quanto non sia.
Controllando sul sito, pare che non ci siano altre combinazioni di colore.

ogio_esterno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.