Preso dall’euforia del successo di Postepay (vedi post precedente) decido di andare in una sede delle Poste Italiane per richiedere il passaporto visto che il mio sta per scadere. Passando per P. I. dovrebbe essere più rapido richiederlo e più facile ritirarlo (addirittura se vuoi te lo mandano a casa per posta).  Va anche detto che gli orari delle questure non sono mai comodissimi per i lavoratori dipendenti e visto che si tratta di Milano, non è che si può sperare di sbrigare tutto velocemente: ci sarà sempre qualcuno arrivato prima di te! Controllo sul sito di Poste Italiane, individuo l’ufficio geograficamente più vicino a dove mi trovo e vado.
Arrivo, da bravo utente prendo il numero e…
…cerco una voce “richiesta passaporti” per premere il pulsante giusto ed evitare di fare due o tre volte la fila.
non c’è;
vado nei pressi del corner “shop” e chiedo al commesso:
io: “Salve! Sa dirmi dove richiedere il kit per il rinnovo del passaporto?
commesso: vada in fondo, però lo danno solo a chi ne ha bisogno…
– io: eeeh?
commesso: lei è italiano! Lo danno solo agli stranieri!
io: eeeh? aaahh! No! Il passaporto! Non il permesso di soggiorno.
– commesso: ahhh mi scusi! Comunque si….vada giù in fondo
Io vado giù in fondo (area ritiro) e da bravo utente mi metto in fila (non c’è il numero)
Per fortuna  la fila dura poco e il mio turno viene presto.
Io: Buongiorno! Vorrei il kit richiesta passaporto
Signorina: si, lei abita a Sesto San Giovanni (comune attaccato a Milano e luogo dove sorge la posta in cui mi trovo)?
Io: no (e cominciando a capire dove volesse parare) ma abito praticamente attaccato a Sesto! Abito ai confini di Milano!
Signorina: mi dispiace che abbia fatto la fila! Purtroppo possiamo dare questo kit solo ai residenti di Sesto San Giovanni.

Saluto e volto le spalle pensando: che strano proprio non l’avevo letta questa cosa della residenza! E infatti ho cercato sul sito e non c’era traccia di questa fondamentale regola.
Seconda parte: vado subito all’ ufficio di Milano più vicino al mio appartamento. La sede è grande e immagino che le Poste italiane l’abbia considerata degna di distribuire i kit.
Mi sbagliavo! Entro negli uffici. Ovviamente la macchinetta distribuisci numeri non mi aiuta e scopro che la Signora del Corner Shop si sta allegramente spupazzando un neonato di una cliente (cosa non si fa per saltare le file!). Per non turbare questa quadretto così glicemico decido di tentare: torno alla macchinetta (che ormai mi saluta e mi chiama per nome) e prendo un bigliettino da una fantomatica voce “moduli” e attendo.
Anche qui mi va bene, viene velocemente il mio turno e mi avvicino allo sportello.
Io: Buongiorno! Vorrei il kit richiesta passaporti!
Signora: dopo 5 secondi in cui mi guarda come se avessi chiesto una pizza con crudo all’uscita, mi dice: abbiamo il bollettino!
Io: bene! Ma vorrei il kit (con un tono che ricordava un vecchio spot di McDonald’s in cui una bambina che chiedeva sempre un “happy meal”)
Signora: ma lei è italiano no?
Io (pensando “a ridajie”) si! Infatti ho chiesto il kit per il p a s s a p o r t o (scandendo le lettere).
Signora: dopo altri 5 secondi di osservazione…mi scusi, ha provato in questura?
A questo punto ho ringraziato il Signore per avermi dato così tanta pazienza. Ho poi ringraziato  e soprattutto salutato la Signora dicendo che ci sarei sicuramente andato.
Proprio quello che farò.

9 pensieri riguardo “Come perdere un’ora: richiedere il passaporto alle Poste Italiane

  1. E’ un classico delle “poste italianeeeee”. Certo che anche tu andare in posta a richiedere il passaporto, certe cose te le cerchi…

    "Mi piace"

  2. Sei stato sfortunato il servizio passaporti nell’ambito della rete dei 14000 uffici postali è esteso ma non copre tutti gli uffici, mi spiego meglio i kit e i bollettini sono disponibili quasi in tutte le agenzie mentre il servizio di richiesta è disponibile solo negli uffici con “sportello amico” a questo devi aggiungere che la formazione per il servizio ( fatta dalla questura di norma) non copre tutti gli operatori.
    Comunque hai colto i vantaggi del servizio (che non sono certo economici) orari più elastici soprattutto nelle città, la comodità di riceverlo a casa (nel costo delle commissioni è compreso la spedizione delle varie assicurate) prossimamente si vedrà se il servizio potrà continuare visto che in futuro nei passaporti verranno inclusi dati biometrici come le impronte digitali per cui ci saranno risvolti legali da risolvere.
    E qui chiudo spezzando una lancia verso i colleghi che hai incontrato e che ti sono sembrati sprovveduti o tonti probabilmente è più vero che siano confusi…..attualmente l’operatore postale è travolto da una valanga di servizi che giornalmente aumentano, fai un giro sul sito di poste e renditi conto a volte è difficile conoscerne anche l’esistenza…..e poi come in tutti i campi di lavoro ci sono persone più preparate ed altre meno non credi?

    "Mi piace"

  3. beh, della residenza, nel sito delle poste, è scritto chiaramente (con tutti i riferimenti alla questura di residenza) e anche l’elenco degli uffici appositi è indicato..
    almeno una delle due mattinate avresti potuto evitartela, se avessi letto bene…
    😛

    "Mi piace"

    1. Ciao, niente di più vero.
      Nel post ho voluto mettere in evidenza soprattutto lo scarso aggiornamento degli addetti. Era infatti evidente che la richiesta del passaporto rappresentava una richiesta “speciale” e “inedita”.
      L’obiettivo del post non è ovviamente criticare e basta, ma sollecitare chi di dovere a prestare più attenzione alla formazione dei propri dipendenti.

      "Mi piace"

  4. Direttamente dal siti della polizia di stato:

    La domanda (le questure stanno ancora utilizzando il vecchio modulo in attesa del nuovo tipo stampato dal Poligrafico dello Stato) per il rilascio può essere presentata presso i seguenti uffici del luogo di residenza o di domicilio o di dimora:

    la Questura
    l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
    la stazione dei Carabinieri
    l’ufficio postale
    l’ufficio comunale.

    ……o di residenza o di domicilio o di dimora…… L’itaGliano ha un senso….. Dunque ? dovevano rilasciartelo anche a sesto!

    "Mi piace"

  5. Le Poste Italiane i passaporti non li sanno proprio fare!!!!!
    Io ho fatto richiesta il 19/05/2010 e gli impiegati postali, compreso la direttrice, non sapevano che da oltre un mese NON ERANO PIù ABILITATI A QUESTO SERVIZIO E CHE ORA SONO NECESSARIE ANCHE LE IMPRONTE DIGITALI, risulato???? Mi hanno fato sbagliare la pratica e si sono anche presi 20 euro per il costo del servizio!!!!…. Oltre il danno, anche la beffa!!!!

    "Mi piace"

  6. Ho letto il tuo articolo..davvero spassosissimo!!!!
    Purtroppo negli uffici postali puoi passarci le mattinate intere senza concludere niente!!
    Ma è così anche in altri uffici pubbblici!
    Io per parlare con dei vigili, mi hanno rimandato in 4 sedi differenti, dicendomi che avevano spostato il comando…
    Dopo mezza mattinata e km macinati a piedi (fortunatamente erano uffici di quartiere!), mi hanno detto che c’erano stati altri spostamenti, ed il comando era “emigrato” in un’altra zona di roma…!
    A quel punto ho davvero rinunciato, e provveduto tramite altre strade!
    Uno ci prova…ma poi basta!!!!
    La sede alla quale avevo fatto riferimento dall’inizio, era segnalata su internet…
    Purtroppo, nell’era telematica, tutti hanno voluto o vogliono crearsi il proprio sito , ma poi non lo aggiornano, e noi, poveri utenti sfigati, ci divertiamo a guadagnarci l’inferno per mattinate di attese e ricerche inutili.
    Sembra di stare nel cartone di Asterix ed Obelix, in cui cercavano di avere dei permessi, e la burocrazia romana li rimandava di ufficio in ufficio…
    La cosa positiva, però…in tutto questo…e fare conoscenza con altri poveri disgraziati e malcapitati che “soffrono” come noi!!!
    ;-))) !!! Ci si vede alla prossima maratona?!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...