blog

Tor Des Geants: la storia e la sfida di Francis

Ieri è cominciato il Tor Des Geants. Una avventura per chi la corre ma anche per chi assiste. Parola di chi, al seguito della stampa, ha percorso per 3 giorni 60km raggiungendo cime e percorrendo strade scivolose sotto la pioggia battente. Ma la gara non sarebbe niente senza la storia di chi la corre. Questa mattina ne ho ricevuta una che ho deciso di pubblicare subito. Francis ha 47 anni, sposato, 3 figli ed un nipotino. All'età di 21 anni in seguito ad un grave incidente sul lavoro ha perso la gamba destra, a pochi centimetri sotto il ginocchio. Grazie  all'attività sport

blog

Io, il mare, la montagna e il Tor

Amo gli elementi naturali e li rispetto. Sono nato a 200 metri dal mare e l'ho vissuto da nuotatore, da sub, da canoista e da velista. L'ho sempre temuto. Mi sono trasferito più di dieci anni fa a Milano, in pianura che però guarda le montagne. Ottima per me che adoro, adoro, adoro camminare. Ovunque. Ma le montagne, le salite e le discese non le ho mai veramente masticate. Le ho al massimo assaggiate. Nello sport, come nella vita, mi sono sempre considerato un entusiasta e un appassionato ma mai un grande emotivo. Non a caso mi è capitato di piangere solo una volta per

blog

I numeri del Tor

Eccomi di ritorno dal Tor des Geants. Non ho partecipato alla gara come corridore bensì come iger-reporter: armato di smartphone ho seguito e incrociato i partecipanti documentando la gara.  Ma ho anche fotografato il dietro le quinte di questo evento permanente la cui organizzazione richiede quasi un anno di lavoro. Per cominciare eccovi qualche numero.   330 km (200 miglia) 24 000 m di dislivello positivo 150 h totali (7 giorni, 6 notti e 6 ore) 742 iscritti 87 donne 7 basi vita 43 punti di rifornimento 33 comuni attraversati 25  colli a oltre 2000 metri di alti

Senza categoria

Un iger (io) per documentare il Tor des Géants

Il Tor des Géants® è l’endurance trail più duro al mondo. Quest'anno la garà partirà l’ 8 settembre e il termine ultimo è  il 15 settembre 2013. La location di questa fantastica gara è da sempre la Valle d’Aosta. Per la prima volta un instagramer sarà al seguito del gruppo stampa e io ho l'onore di essere quell'instagramer! Potrete seguire la mia attività, inclusa la preparazione di questa splendida avventura consultando il tag #torazio. Cominciamo con la packing list giornaliera suggerita a cui aggiungo un paio di oggetti da "mobile reporter":   1 paio di scarpe