leviscommuterC’erano una volta i vestiti da montagna: colorati, fluorescenti e tecnici e quelli da città: grigi, neri con tessuti rimasti invariati nei secoli: lana, cotone, pelliccia.
Ma negli ultimi anni abbiamo assistito ad una rivoluzione silenziosa.
Pochi forse ricorderanno quello che si leggeva 10 anni fa.
Sono passati pochi anni, ma sembra di leggere i racconti degli anni ’50!
Di sicuro per il momento non dovremo indossare cravatte con telefoni satellitari integrati ma alcune aziende hanno già cominciato a vestirci in maniera diversa.
Mi hanno colpito due realtà in particolare.
La prima è la Levis che ha lanciato la linea commuter.
Si tratta di capi parzialmente elasticizzati, rinforzati , rifrangenti e resi impermeabili per aiutare i ciclisti urbani.
Quello che colpisce maggiormente è che l’azienda in questione è la Levi’s, l’azienda che i jeans, nell’immaginario collettivo, li ha creati.

Altra azienda, meno nota ma ugualmente significativa è la TKD.
Questa azienda produce jeans con inserti rimovibili  in Kevlar e ha brevettato il sistema (Removable Protection System Kevlar® insert.)
Il kevlar rinforza il jeans e permette di limitare i danni in seguito ad una caduta dalla moto.

Il video non è particolarmente accattivante ma permette di avere una idea delle caratteristiche del prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *